Sui media

Fisher Investments Italia scrive articoli e opinioni sui mercati finanziari e l’economia. Fondatore di Fisher Investments Worldwide ha scritto per oltre 30 anni l’ editoriale mensile “Portfolio Strategy” su Forbes, tanto da divenire il colonnista per più tempo attivo nella storia della rivista con oltre 90 anni di storia. Ken Fisher collabora regolarmente con diverse pubblicazioni, New York Post negli Stati Uniti, il Daily Telegraph del Regno Unito, il quotidiano più letto in Australia, The Australian, il quotidiano economico più prestigioso della Danimarca, Børsen, il quotidiano irlandese The Business Post, The Business Times di Singapore, il Business Weekly di Taiwan, Caixin, noto anche come il “Bloomberg cinese”, il quotidiano economico più diffuso della Corea del Sud, Chosun Weekly Biz, il maggiore quotidiano dei Paesi Bassi, De Telegraaf, il giapponese Diamond Weekly, il principale quotidiano e sito web economico-finanziario spagnolo, elEconomista, la rivista tedesca Focus Money, il quotidiano più letto del Canada, The Globe and Mail, la testata finanziaria leader in Svizzera, Handelszeitung, l’Hong Kong Economic Journal, il terzo quotidiano italiano a diffusione nazionale, nonché il più importante in ambito economico-finanziario, Il Sole 24 Ore, il francese L’Opinion, il belga La Libre, The National negli Emirati Arabi Uniti e l’austriaco Trend. Ken ha scritto 11 libri, tra cui 4 bestseller del New York Times, e su di lui ci sono state pubblicazioni, interviste e articoli sui media a livello globale. La sua ricerca è stata presentata in numerose riviste scientifiche, rappresentando il suo impegno a fornire intuizioni e analisi innovative all’interno del mondo accademico degli investimenti. Qualsiasi articolo, libro o commentario prodotto dal gruppo Fisher può essere disponibile per i clienti tramite il loro Consulente di Investimento.

Ecco perché la Borsa è una misura per valutare il declino della Cina

Di Ken Fisher, Il Sole 24 Ore, 29/02/2024

«Nel breve periodo il mercato azionario è una macchina che vota, ma nel lungo periodo è una macchina che pesa». Così diceva Benjamin Graham, il leggendario padre dell’analisi finanziaria. Gli scossoni a breve termine sono spesso irrazionali, frutto di un voto popolare; sul lungo periodo, invece, i mercati sono in grado di prevedere correttamente e dare il giusto peso a realtà emergenti che pochi riescono a cogliere. Prendiamo il caso della Cina.

Leggi di più

Listini più forti dello spauracchio demografico

Di Ken Fisher, Il Sole 24 Ore, 04/12/2023

Gli esperti avvertono che il basso tasso di natalità fa presagire un “inverno demografico” per l’Italia, mentre la forza lavoro si riduce e gli anziani non più attivi drenano risorse, affossando l’economia. Sono sciocchezze. Le paure demografiche sono stantìe e illogiche. Vi spiego perché.

Leggi di più

Investire nei mercati finanziari comporta il rischio di perdita e non è possibile garantire che il capitale investito, in tutto o in parte, possa essere rimborsato. Le performance passate non garantiscono, né sono indicatori affidabili di performance future. Il valore degli investimenti, e i relativi rendimenti, sono soggetti alle fluttuazioni dei mercati azionari mondiali e dei tassi di cambio internazionali.