La volatilità di mercato


La volatilità di mercato è una misura dei movimenti nei prezzi di scambio su un mercato titoli, spesso misurata dalla deviazione standard dei rendimenti o da quanto siano dilatate le possibilità di rendimento rispetto alla media.

I mercati azionari possono essere volatili in qualsiasi momento. Sia mercati in calo che in rialzo possono essere soggetti a volatilità. A volte, oscillazioni intense o estreme nei prezzi possono convincere gli investitori a prendere decisioni d’investimento “di pancia”, ma osservando la situazione dal punto di vista del lungo termine gli scostamenti nel breve possono equilibrarsi per dare vita ad un andamento diverso nei periodi più prolungati. Stando alle nostre osservazioni dei mercati, storicamente questo ha portato a rendimenti azionari positivi nel lungo termine (pensiamo a periodi di oltre 20 o 30 anni).

Temere la volatilità è del tutto normale e i momenti d’incertezza e cambiamento possono essere estremamente complessi. Tuttavia, la volatilità è in generale imprevedibile e può essere molto breve. Cercare di cronometrare il mercato ed evitare la volatilità negativa è quasi impossibile e rischia di penalizzare i rendimenti dei vostri investimenti nel ciclo di vita del portafoglio. È inoltre importante ricordare che un mercato volatile non significa necessariamente volatilità negativa. Certo, la volatilità negativa potrebbe ridurre il valore dei vostri investimenti, almeno nel breve termine, ma il vostro portafoglio può anche approfittare della volatilità positiva.

In realtà, per molti investitori azionari, questa volatilità è il prezzo da pagare per cogliere i rendimenti azionari a lungo termine. Gli investitori possono aver difficoltà a mantenere la calma e la disciplina di fronte alla volatilità positiva e a quella negativa, ma questa disciplina potrebbe determinare se raggiungeranno o meno gli obiettivi finanziari prefissati. Se, come molti investitori, vi è complicato mantenere la disciplina durante periodi di volatilità, forse potrà esservi utile avvalervi di un consulente finanziario in grado di comprendere le vostre aspirazioni e i vostri obiettivi nel lungo termine.

Mantenere la calma e andate avanti

Anche gli investitori più navigati possono prendere decisioni dannose ed errate da un punto di vista di tempistiche. Ad esempio, abbandonare una strategia misurata e di lungo termine per concentrarsi su azioni che stanno andando bene nel breve termine può rivelarsi una tattica miope e, in fin dei conti, potrebbe penalizzarvi nel perseguimento dei vostri obiettivi a più lungo termine.

Anche mercati con buoni rendimenti sono soggetti a volatilità ed è raro vedere mercati che crescono ininterrottamente nel lungo termine. Mentre i mercati azionari crescono, timori e volatilità diventano moneta comune. I mercati rialzisti spesso superano molte delle paure durante i loro cicli di vita, fenomeno che si denomina in inglese “climbing the wall of worry” [scalare il muro delle preoccupazioni]. 

Man mano che si verificano certi eventi, come tensioni geopolitiche, elezioni o disastri naturali, le azioni possono dover fare fronte a oscillazioni di prezzo nel breve termine dovute all’aumento dell’incertezza. Fortunatamente, questo tipo di eventi spesso non è abbastanza grande o pesante da provocare un mercato ribassista a pieno titolo (un calo del mercato di almeno il 20%), quindi è importante disporre della giusta disciplina per affrontare la tempesta.

Mercati toro in genere subiscono una o più correzioni dei mercati azionari (una fase che caratterizziamo come un drastico calo del mercato basato sui timori, di circa il -10%/-20% all’interno di un mercato toro). Tali correzioni si basano tendenzialmente su fattori psicologici o falsi timori, non sui fondamentali, e sono solitamente effimere. Pur essendo comuni durante gli anni di mercato rialzista, queste correzioni continuano comunque a scombussolare molti investitori.

La disciplina è più importante della tempistica

Poiché le correzioni di mercato sono spesso basate sulla paura e possono essere innescate o spente da un motivo qualsiasi, non ha senso cercare di prevederle. Reagire emotivamente alle recenti oscillazioni nei prezzi delle azioni potrebbe originarvi perdite, acquistando e vendendo azioni nel momento sbagliato. Ad esempio, se siete preoccupati dopo un calo pesante, forse potete decidere di vendere e perdervi la successiva ripresa. Molto spesso la decisione migliore durante una correzione è mantenere gli investimenti per assicurarsi di cogliere tutti i potenziali rendimenti di un mercato rialzista. Allo stesso modo, se acquistate un determinato titolo o classe d’attivo dopo un periodo di recente sovraperformance, potreste trovarvi a pagarlo troppo, acquistandolo proprio quando sta per crollare. Gestire gli investimenti è spesso un esercizio che richiede pazienza e la disciplina d’investimento, in genere, è più importante delle tempistiche.

Contattate oggi Fisher Investments Italia

Restare disciplinati è difficile in un’economia mondiale volatile. Gli investitori sono esseri umani e tendono ad accusare le perdite in modo più acuto di quanto non apprezzino aumenti o guadagni. Questo sentimento può portare a decisioni avventate ed emotive nel breve termine. Fisher Investments Italia s'impegna ad educare gli investitori per evitare questi comportamenti, mantenere maggiore disciplina e non deviare dai propri obiettivi a lungo termine. 

Per saperne di più su Fisher Investments Italia, scaricate una delle nostre guide informative o chiamateci per parlate subito con uno dei nostri esperti qualificati.

Investire in mercati finanziari comporta rischi di perdita e non vi sono garanzie che venga restituito tutto o parte del capitale investito. Le performance passate non sono una garanzia di risultati futuri, né tanto meno ne rappresentano una previsione attendibile. Il valore degli investimenti e del reddito da essi generato subirà fluttuazioni in linea con i mercati finanziari e con i tassi di cambio delle valute internazionali.