Scopri di più su Fisher Investments Italia e l

Il Comitato per le Politiche di Investimento

Il team di gestione del portafoglio è diretto dal Comitato per le politiche di investimento (IPC), che è affiancato anche da analisti della ricerca e altri professionisti finanziari.

Comitato per le politiche di investimento

Il Comitato per le politiche di investimento prende collegialmente tutte le decisioni strategiche di investimento che riguardano i portafogli dei clienti. L'IPC opera come un team, con ciascun membro concentrato su determinati segmenti della strategia di investimento. Tutti i cinque membri del Comitato svolgono analisi macroeconomiche, politiche e del sentiment a supporto delle strategie della società, ma il ruolo principale in questi processi spetta a Ken Fisher, fondatore e condirettore dell'investimento. Jeff Silk (cicepresidente e condirettore dell'investimento), Bill Glaser (vicepresidente esecutivo della gestione di portafoglio), Aaron Anderson (vicepresidente senior della ricerca) e Michael Hanson (vicepresidente senior della ricerca) sono i principali responsabili della scelta dei titoli nel rispetto delle strategie societarie, vigilando al tempo stesso sulla ricerca interna di Fisher Investments, la costruzione e implementazione dei portafogli e le risorse della società per la ricerca tecnologica.

Ken Fisher

Fondatore, presidente esecutivo e condirettore dell'investimento

Ken ha fondato Fisher Investments nel 1979 ed è attualmente presidente esecutivo e condirettore dell'investimento. La colonna “Strategia di portafoglio”, curata da Ken Fisher e apparsa sulla prestigiosa rivista Forbes dal 1984 al 2016, fa di Ken il giornalista che ha gestito più a lungo una rubrica nella storia di questa rivista. Ha collaborato anche con USA Today, Financial Times nel Regno Unito, Focus Money in Germania, Børsen in Danimarca e De Telegraaf nei Paesi Bassi. Ken ha pubblicato 11 libri, tra cui 4 entrati nella classifica dei bestseller del New York Times.

Jeff Silk

Vicepresidente e condirettore dell'investimento

Jeff Silk è vicepresidente e condirettore dell'investimento. Jeff supervisiona tutte le funzioni di gestione del portafoglio per un'ampia gamma di strategie d'investimento della società.

Bill Glaser

Vicepresidente esecutivo, gestione del portafoglio

Bill Glaser è vicepresidente esecutivo, vicepresidente della gestione del portafoglio e membro dell’IPC. In questi ruoli, vigila sulla divisione Gestione di portafoglio della società, che include ricerca, operazioni d'investimento, soluzioni d'investimento e gruppi di valutazione del portafoglio.

Aaron Anderson

Vicepresidente senior, ricerca

Aaron Anderson è vicepresidente senior della ricerca e membro dell’IPC. In tali ruoli, Aaron vigila sulla ricerca macroeconomica globale e in merito ai mercati di capitale della società.

Michael Hanson

Vicepresidente senior, ricerca

Michael Hanson è vicepresidente senior della ricerca e membro dell’IPC. Nel suo ruolo attuale, Michael vigilia sul gruppo di ricerca ed è responsabile dello sviluppo dei mercati di capitale oltre che della ricerca sui titoli.

Dipartimento per la ricerca

Il nostro Dipartimento per la ricerca interna è composto da professionisti dell'investimento che si occupano di supportare le decisioni dell’IPC nella gestione del portafoglio di Fisher Investments. Il Dipartimento è organizzato in team, ognuno dei quali ha precise responsabilità, tra cui l'analisi dei trend macroeconomici, il monitoraggio di ogni settore di investimento e dei principali paesi mondiali, la valutazione di singoli titoli, il calcolo delle performance e l'implementazione delle decisioni di portafoglio dell'IPC. I componenti del nostro Dipartimento di ricerca presentano il proprio lavoro nel corso di seminari organizzati a livello nazionale, insegnano in workshop e corsi universitari e scrivono editoriali, articoli e libri sul tema degli investimenti.

Investire nei mercati finanziari comporta il rischio di perdita e non è possibile garantire che il capitale investito, in tutto o in parte, possa essere rimborsato. Le performance passate non garantiscono, né sono indicatori affidabili di performance future. Il valore degli investimenti, e i relativi rendimenti, sono soggetti alle fluttuazioni dei mercati azionari mondiali e dei tassi di cambio internazionali.