Scegliere la giusta strategia d’investimento


Quando vagliate le idee d'investimento, leggete la sezione finanza dei giornali, ascoltate le previsioni dei guru dell’investimento o dei milioni di "esperti" su internet? In ogni caso, è del tutto normale che vi sentiate confusi dalla miriade di opportunità d’investimento e informazioni disponibili. Ma allora come potete scegliere i migliori prodotti d'investimento per voi? Vi concentrate sulle commissioni del gestore, sulla performance passata o sulla vostra personale tolleranza al rischio? Inoltre, diversi prodotti d'investimento possono essere soggetti a diversi regimi e strutture fiscali; è per questo che occorre comprendere anche queste differenze.

In quest’articolo parleremo di alcune importanti considerazioni per la creazione della strategia d’investimento ottimale e di alcuni potenziali prodotti d'investimento da tenere a mente.

Asset allocation: un fattore cruciale

Scegliere la giusta asset allocation è probabilmente la decisione più importante che vi aiuterà a soddisfare le vostre esigenze d’investimento. Una delle cose con cui si scontrano gli investitori è investire in prodotti eccessivamente conservatori o che rendono poco quando invece necessitano di crescita nel lungo termine per rispettare le loro esigenze di liquidità e realizzare i loro obiettivi a lungo termine. Anche se la tolleranza al rischio è un altro fattore importante da considerare, pensiamo che gli investitori debbano comprendere il compromesso tra rischio e rendimento insito nel processo d’investimento e il fatto che investire in modo conservatore potrebbe non essere la cosa giusta per i loro obiettivi d’investimento, in base alle loro circostanze individuali. D’altro canto, la ricerca di rendimenti allettanti può indurre nella tentazione di assumersi rischi eccessivi in portafoglio, allo scopo di avere una qualità della vita più elevata durante la pensione. A volte potete cedere alla tentazione di investire in settori o aree di mercato gettonati, che hanno appena messo a segno buone performance, ma concentrare tutti i vostri investimenti in una sola area può comportare il rischio di concentrazione, ovvero il rischio che un’area o una società in cui investite eccessivamente ottenga risultati deludenti. In generale, la diversificazione e un approccio disciplinato vi possono aiutare a contenere questo rischio.

Gli investitori corrono il rischio di sottovalutare il proprio orizzonte temporale d’investimento, ovvero per quanto tempo devono durare i loro risparmi e, di conseguenza, le esigenze di liquidità più avanti negli anni. Se investite per la pensione, non tenere conto di quanto tempo deve durare il vostro investimento o investire in modo troppo cauto potrebbe aumentare il rischio di restare senza soldi durante la pensione. Nel determinare il vostro orizzonte temporale di investimento forse vi renderete conto di dover pianificare per un periodo più lungo di quanto previsto inizialmente. Spesso, gli investitori credono che il loro orizzonte temporale d’investimento corrisponda semplicemente alla loro aspettativa di vita. Per quanto possano essere un buon punto di partenza per questa valutazione, le aspettative di vita in genere non sono che medie e, a seconda della vostra situazione, potreste vivere più a lungo, forse molto più a lungo, di quanto abbiate previsto. Inoltre, il vostro orizzonte temporale di investimento potrebbe dover essere più lungo se avete un coniuge o altri individui a carico che dipenderanno finanziariamente da voi dopo il vostro decesso.

Anche se la volatilità rischia di avere un impatto significativo sulla sostenibilità di un eventuale reddito da portafoglio, temere la volatilità può portare gli investitori a sacrificare la crescita a lungo termine legata a opzioni d’investimento come fondi azionari o portafogli di singole azioni. Anche se questi investimenti possono comportare una maggiore volatilità di mercato rispetto ad altri, una certa esposizione potrebbe essere necessaria per la vostra strategia nel caso abbiate bisogno di una crescita del portafoglio a lungo termine.

Nel creare una strategia d’investimento ottimale, assicuratevi di non trascurare il costo dell’inflazione. Se supera la crescita del vostro portafoglio, l'inflazione rischia di ridurre il potere d’acquisto futuro dei vostri risparmi. Trascurare l’inflazione o investire in modo troppo conservatore troppo presto può aumentare il rischio di farvi restare senza soldi prima della fine del vostro orizzonte temporale di investimento.

I punti di cui sopra sono solo esempi e non rappresentano in nessun caso un elenco esauriente di fattori da considerare nel valutare l'idoneità della vostra asset allocation. Le indicazioni di un consulente finanziario vi possono aiutare ad esplorare tutte le importanti considerazioni da tenere a mente per definire la strategia d’investimento giusta per voi.

Come riceverò reddito?

L’interesse fisso, come ad esempio le obbligazioni, è una delle classi d’investimento più comuni. Molti investitori si lasciano abbindolare dalla bassa volatilità rispetto alle azioni e dal reddito costante fornito da questi prodotti. Le obbligazioni e altri attivi a reddito fisso tradizionalmente sono un’opzione d’investimento che gode di una volatilità inferiore rispetto alle azioni, ma, come tutti gli investimenti, comporta una serie di rischi,[i] come il rischio di tasso d’interesse —ovvero il rischio che le oscillazioni nei tassi portino ad una perdita di valore di mercato dei vostri asset—. Anche se esistono altri rischi, troppo spesso gli investitori associano il rischio solo alla volatilità, trascurando altri rischi potenziali.

Oppure, alcuni investitori ritengono che le azioni che generano dividendi siano un investimento favorevole di generazione di reddito. In questo modo, ritengono di poter cogliere i rendimenti più a lungo termine dei titoli, oltre a guadagnare nel tempo un reddito da dividendo. Tuttavia, una strategia azionaria con dividendi elevati potrebbe non fornire la migliore gestione del rischio se queste azioni si concentrano su alcuni paesi o settori di mercato.

Quali sono i prodotti migliori per me?

Quando si tratta di scegliere i prodotti d'investimento, le opzioni sono molteplici e quella perfetta per voi dipende dalla vostra situazione personale e di impiego. Per poter capire quali prodotti d'investimento fanno davvero al caso vostro o come ottimizzarne l’uso, vi potrebbe essere utile parlare con un consulente d’investimento fidato.

Fisher Investments Italia vi può aiutare

Delineare le giuste opzioni d’investimento per voi spesso significa identificare le vostre esigenze e i vostri obiettivi d’investimento a lungo termine, valutare il vostro potenziale orizzonte temporale e trovare la giusta asset allocation per le vostre circostanze specifiche. Non esiste però una soluzione unica e semplice adatta a tutti. Ciò che può sembrare sicuro potrebbe non soddisfare le vostre altre esigenze. Allo stesso modo, la volatilità di mercato può creare la tentazione di prendere decisioni emotive che rischiano di penalizzare i vostri rendimenti nel lungo termine. Ecco perché vi potrebbe convenire trovare un consulente finanziario di fiducia che conosca la vostra situazione personale, i vostri obiettivi a lungo termine, le vostre tendenze comportamentali ed altri fattori individuali.

Se desiderate assistenza nel mondo complesso di identificazione dei prodotti d'investimento più adatti alle vostre ambizioni e alla vostra situazione, Fisher Investments Italia vi può aiutare a partire col piede giusto. Per saperne di più, contattateci oggi e parlate con uno dei nostri professionisti qualificati o scaricate una delle nostre guide all’investimento.

[i] Fonte: Global Financial Data, Inc.; al 20/10/2017. Tasso medio di rendimento dal 10/01/1969 al 31/12/2016. Il rendimento azionario si basa sull’indice Global Financial Data, Inc.’s World Return, convertito in GBP. L’indice World Return si basa sui calcoli di GFD dei rendimenti totali prima del 1970, che non sono numeri ufficiali. GFD ha utilizzato ponderazioni specifiche per calcolare i rendimenti totali per il World Index fino al 1969 e dati giornalieri ufficiali dal 1970 in poi. Il rendimento obbligazionario si basa sull’indice Global Financial Data, Inc.’s Global Total Return Government Bond in GBP. L’indice GFD Global Total Return Government Bond sfrutta titoli decennali ad interesse fisso di Australia, Austria, Belgio, Canada, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Giappone, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Sudafrica, Spagna, Svezia, Regno Unito e USA. Gli indici Total Return Government Bond stilati da GFD sono utilizzati per l’indice e sono ponderati al PIL.

Investire nei mercati finanziari comporta il rischio di perdita e non è possibile garantire che il capitale investito, in tutto o in parte, possa essere rimborsato. Le performance passate non garantiscono, né sono indicatori affidabili di performance future. Il valore degli investimenti e i relativi rendimenti sono soggetti alle fluttuazioni dei mercati azionari mondiali e dei tassi di cambio internazionali.