Pianificare il reddito pensionistico


Anche se gli obiettivi di pensione di ciascuno possono essere diversi, è probabile che gli investitori seguano percorsi simili nella loro pianificazione della pensione. Ad esempio, molti investitori hanno bisogno di partecipare ad una sorta di pianificazione del reddito pensionistico (prepararsi al reddito necessario durante la pensione). Ecco alcuni fattori da tenere a mente nel delineare il proprio piano personale di reddito pensionistico.

Spese previste ed impreviste

Una delle prime cose da fare per pianificare con successo il proprio reddito pensionistico è esaminare da vicino le spese che avete oggi nella vostra vita pre-pensione e calcolare come potranno variare una volta che avrete smesso di lavorare. Le vostre spese di pensionamento previste possono comprendere quanto segue:

  • Spese di vita quotidiana: Mantenimento della casa, prodotti alimentari e bollette
  • Debiti: Mutui, finanziamenti per acquisti e altri prestiti
  • Imposte: Tasse sul reddito, sugli immobili, imposte sulle plusvalenze ed altre imposte
  • Assicurazione: Polizza vita ed altre polizze
  • Spesa discrezionale: Viaggi, spese di lusso, hobby e spese per la famiglia

A seconda della situazione, i pensionati potrebbero dimenticare di risparmiare a sufficienza per poter coprire spese impreviste. Anche se le spese impreviste non sono facili da quantificare, potrebbe essere utile considerare potenziali costi non pianificati nella vostra pianificazione del reddito pensionistico ad avere fondi in eccesso da parte, per qualsiasi evenienza. Ecco alcuni esempi di spese impreviste che potreste affrontare durante la pensione. 

  • Viaggi non pianificati: Visitare familiari o amici in modo inaspettato
  • Migliorie alla casa: Semplici riparazioni o installazione di elevatori su scale o dotazioni mediche
  • Spese famigliari: Assistenza finanziaria a figli o nipoti ed emergenze familiari

Naturalmente, non esiste una formula perfetta per calcolare come spenderete veramente i vostri risparmi per la pensione, ma esistono alcune circostanze e alcuni scenari che sono più probabili di altri e che vi possono aiutare a fare un calcolo approssimativo delle vostre potenziali spese durante la pensione.

Effetti sul vostro portafoglio nel tempo

Nel considerare il vostro orizzonte temporale di investimento (che definiamo come quanto tempo deve durare il vostro portafoglio) dovete tenere a mente che potreste vivere più a lungo di quanto pensate. I costanti progressi medici hanno portato molti investitori a vivere più a lungo di quanto si aspettassero. Sottovalutare il vostro orizzonte temporale di investimento potrebbe accrescere il rischio di restare senza soldi durante la pensione. Osservando le aspettative medie di vita del vostro paese, ricordate che si tratta soltanto di medie e che potreste vivere 5, 10 o addirittura 20 anni in più rispetto a queste proiezioni, in particolare se godete di buona salute e se i vostri genitori o nonni hanno vissuto a lungo. In termini reali, ciò significa che la vostra pianificazione del reddito pensionistico deve essere pensata per avere attivi e redditi che durino più a lungo anche delle vostre previsioni più ottimiste.

L’inflazione è un altro aspetto spesso trascurato della pianificazione del reddito pensionistico. Non dimenticate che le vostre esigenze finanziarie probabilmente aumenteranno nel tempo, perché l’inflazione riduce il potere d’acquisto delle vostre finanze. La vostra pianificazione del reddito pensionistico deve tenere conto dell’inflazione e ricercare una crescita adeguata al fine di fornire flussi di cassa sufficienti per la vostra pensione.

Tenete a mente che se vi basate su investimenti a basso rischio e a basso rendimento come componente principale della vostra strategia per la pensione, è fondamentale ricordare che il reale potere d’acquisto del vostro denaro declinerà probabilmente nel tempo. Quando l’inflazione aumenta, i tassi d’interesse seguono a ruota. A quel punto gli investitori obbligazionari potrebbero dover affrontare due rischi: calo del potere d’acquisto delle loro cedole attuali e calo nei prezzi delle obbligazioni dovuto all’aumento nei tassi. L’erosione dell’inflazione può influenzare anche altre fonti di finanziamento della pensione e occorre garantire che i vostri piani tengano conto della necessaria crescita del reddito.

Valutare le vostre fonti di reddito non da investimento

Nel prevedere il reddito pensionistico dovete tenere conto anche di eventuali fonti di reddito non da investimento di cui potreste disporre durante la pensione. Anche se esistono molte potenziali fonti di reddito non da investimento, queste sono alcune delle più comuni:

  • Stipendio:Molti scelgono di continuare a lavorare durante la pensione, sia come dipendenti che come liberi professionisti. Se pensate di lavorare, quanto prevedete di ricevere come stipendio?
  • Pensione:Se pensate di percepire una pensione, di quanto sarà? Come cambierà quest’importo durante gli anni della pensione?
  • Reddito da attività commerciale: Se possedete una piccola attività o una quota in un’attività, dovrete tenerne conto. Quanto prevedete di percepire dall’attività commerciale durante la pensione?

Reddito pensionistico

Uno degli aspetti più complessi della pianificazione del reddito pensionistico consiste nel capire quando reddito da investimento vi potete aspettare di ricevere durante la pensione. È importante valutare a fondo questo aspetto con il vostro esperto finanziario. I punti da considerare sono i seguenti:

  • Quanto tempo deve durare il vostro portafoglio?
  • L’inflazione avrà un impatto sul vostro potere d’acquisto?
  • Quali sono le migliori classi d’attivo per aiutarvi a realizzare i vostri obiettivi a lungo termine?
  • Il vostro portafoglio è abbastanza diversificato?
  • Se necessario, siete in grado di vendere un investimento per creare un flusso di cassa nell’immediato?

Vi consigliamo di pianificare il vostro reddito pensionistico tenendo conto dei vostri obiettivi e delle vostre aspirazioni a lungo termine. Ciò significa comprendere le conseguenze negative di decisioni a breve termine prese in modo impulsivo, come deviare dalla propria strategia d’investimento a lungo termine per investire in titoli molto gettonati o vendere le azioni in periodi di estrema volatilità a breve termine.

Ciò non significa che dobbiate essere troppo cauti, perché per ottenere la crescita necessaria e i rendimenti più elevati dovrete probabilmente tollerare il livello più alto di volatilità a breve insito in tali rendimenti. Se investite in modo troppo prudente e guadagnate rendimenti troppo bassi, rischiate di incorrere in uno dei maggiori errori di pianificazione del reddito pensionistico: restare al verde.

Contattate oggi Fisher Investments Italia

Fisher Investments Italia vi può aiutare ad avviare il vostro processo di pianificazione di investimento. Se siete un investitore qualificato con almeno 350.000 € di attivi da investire, i nostri professionisti possono aiutarvi a valutare il vostro portafoglio, la vostra asset allocation e la vostra strategia d’investimento.

Per saperne di più contattateci subito o richiedete una delle nostre guide informative gratuite al reddito pensionistico.

Investire nei mercati finanziari comporta il rischio di perdita e non è possibile garantire che il capitale investito, in tutto o in parte, possa essere rimborsato. Le performance passate non garantiscono, né sono indicatori affidabili di performance future. Il valore degli investimenti e i relativi rendimenti sono soggetti alle fluttuazioni dei mercati azionari mondiali e dei tassi di cambio internazionali.